NBA, si va verso una settimana di mercato extra

0
475
nba logo
©NBA

Sembra la certa la decisione della NBA di concedere una settimana di mercato “extra” alle squadre per ampliare i roster, fronteggiando così possibili infortuni dopo il lungo periodo di inattività. Tali transazioni potrebbero iniziare il prossimo 22 giugno e riguarderà tutte e 30 le franchigie (e non soltanto le 22 che andranno ad Orlando), le quali potranno:

  1. Convertire i contratti two-way (che consentono alle squadre di inserire due giocatori in più, oltre ai 15 del roster, per un massimo di 45 giorni a stagione) in contratti regolari.
  2. Firmare contratti regolari per i giocatori che hanno un contratto di 10 giorni.
  3. Firmare i free-agent senza squadra.

Potrebbe essere una mossa vincente per molte squadre: tra i free-agent ci sono giocatori del calibro di Jamal Crawford (il sesto uomo per eccellenza), J.R Smith, Iman Shumpert e Isaiah Thomas.

Inoltre, tra le squadre che potrebbero usufruire di tali opzioni ci sono i Los Angeles Lakers, che potrebbero reinserire nel roster DeMarcus Cousins, firmato l’estate scorsa ma poi tagliato a febbraio per infortunio e sostituito da Markieff Morris. Un giocatore come Boogie potrebbe essere una forte presenza sia in campo sia, a livello vocale, in panchina e i Lakers, certi del primo posto nella Western Conference, hanno otto partite di stagione regolare per inserirlo nel loro sistema prima di iniziare la corsa al titolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here